La città, il viaggio, il turismo: Percezione, produzione e trasformazione

##submission.authors##

Gemma Belli
Università degli Studi di Napoli Federico II - DiARC Dipartimento di Architettura
https://orcid.org/0000-0001-7307-798X
Francesca Capano
Università degli Studi di Napoli Federico II - DiARC Dipartimento di Architettura
Maria Ines Pascariello
Università degli Studi di Napoli Federico II - DICEA Dipartimento di Ingegneria Civile Edile Ambientale
https://orcid.org/0000-0003-4554-352X

Scheda

Logo_FedOAPress

Editore: FedOA - Federico II University Press

Collana:  Storia e iconografia dell’architettura, delle città e dei siti europei

Pagine: 3007

Lingua: Italiano

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn:nbn:it:unina-23869

Abstract: La città come meta del viaggio nella sua lunga evoluzione nel corso della storia: un bisogno primario dell'uomo, un evento finalizzato alla conoscenza, all'istruzione, agli affari e agli scambi commerciali, alle conquiste militari o religiose, ma anche legato agli esodi per il conseguimento della mera salvezza fisica o spirituale. Nella cornice di una delle città storiche più celebrate al mondo, culla dell'antichità greca, del mito e della bellezza, meta intramontabile di viaggi di cultura e di piacere, e oggi, più che mai, fortemente protesa alla conservazione e alla valorizzazione della propria identità, questa raccolta di saggi intende offrire, nel solco della tradizione di studi dell'AISU, un'ulteriore occasione di riflessione e di confronto tra i più svariati ambiti disciplinari attinenti alla storia urbana.

 

 

Downloads

Download data is not yet available.

Profili

Gemma Belli, Università degli Studi di Napoli Federico II - DiARC Dipartimento di Architettura

Gemma Belli è Phd in Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica presso l’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara. È stata borsista post-dottorato presso l’Università di Salerno e assegnista di ricerca presso le Università Suor Orsola Benincasa e Federico II di Napoli. Come docente a contratto ha insegnato presso le Università Suor Orsola Benincasa e Federico II di Napoli, Mediterranea di Reggio Calabria.

Attualmente è ricercatore e docente di Storia dell’Architettura presso il Dipartimento di Architettura-DiARC dell’Università Federico II di Napoli. Tra i suoi lavori monografici si citano: Luigi Moretti. Il progetto dello spazio sacro (2003), Posillipo, Fuorigrotta e Bagnoli. Progetti urbanistici per la Napoli del mito, 1860-1935 (con F. Mangone, 2011), Capodimonte, Materdei, Vomero. Idee e progetti urbanistici per la Napoli collinare, 1860-1936 (con F. Mangone, 2012), Narrare l’urbanistica alle élite. «Il Mondo» (1949-1966) di fronte alla modernizzazione del Bel Paese (con A. Belli, 2012).

Ha inoltre curato i volumi: Architettura e paesaggi della villeggiatura in Italia tra Otto e Novecento (con F. Mangone e M. G. Tampieri, 2015), Luigi Piccinato (1899-1983). Architetto e urbanista (con A. Maglio, 2015) e A colloquio con l’urbanistica italiana (2016).

Francesca Capano, Università degli Studi di Napoli Federico II - DiARC Dipartimento di Architettura

Francesca Capano è ricercatore nel settore ICAR/18, PhD in Storia e critica dell’architettura, collabora dal 2002 presso il Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Iconografia della Città Europea (CIRICE) dell’Università di Napoli Federico II. Ha ricevuto riconoscimenti scientifici nazionali (ASN 2012-2016); attualmente insegna Storia dell’architettura presso il CdS in Architettura 5UE presso l’ateneo federiciano. Ha partecipato a convegni nazionali e internazionali, e pubblicato numerosi saggi e tre monografie, tra cui si segnalano: Caserta. La città dei Borbone oltre la reggia (1750-1860), Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane 2011; Misura e rappresentazione della capitale. Territori e città nelle carte di Giovanni Antonio Rizzi Zannoni e Luigi Marchese, in Il Mezzogiorno e il Decennio: architettura, città, territorio, a cura di A. Buccaro, C. Lenza, P. Mascilli Migliorini, Napoli, Giannini editore 2012; Gli archivi fotografici per la Storia dell’architettura e del paesaggio, in «eikonocity», n. 1, a.1, 2016; Il Sito Reale di Capodimonte. Il primo bosco, parco e palazzo dei Borbone di Napoli, Federico II University Press, 2017.

Maria Ines Pascariello, Università degli Studi di Napoli Federico II - DICEA Dipartimento di Ingegneria Civile Edile Ambientale

Maria Ines Pascariello è ricercatore universitario per il settore scientifico-disciplinare ICAR/17 - Disegno presso il Dipartimento di Ingegneria Civile Edile Ambientale dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Dal 2001 svolge attività di insegnamento. I principali campi di ricerca e di interesse riguardano il rilievo e la documentazione del patrimonio, dalla scala urbana a quella territoriale, al fine di promuovere il patrimonio culturale. Gli studi, dopo la laurea fino ad oggi, nell'ambito del settore scientifico-disciplinare, sono rivolti ai principi e alle applicazioni della Prospettiva, con particolare riguardo alle prospettive architettoniche e alle architetture dipinte di Pompei.

##catalog.coverImageTitle##
Pubblicato
November 6, 2018

##monograph.miscellaneousDetails##

ISBN-13 (15)
978-88-99930-02-8
Date of first publication (11)
2017
doi
10.6093/978-88-99930-02-8