Nell'ambito della convenzione Universities SHARE (Scholarly Heritage and Access to Research), le Università di Napoli Federico II, Napoli L'Orientale, Napoli Parthenope, Salerno, Sannio e Basilicata pubblicano ad accesso aperto con il proprio nome editoriale o con quello di SHARE Press: 

  1. riviste scientifiche (SHARE Journals), sulla piattaforma SeReNa 
  2. collane di libri elettronici (SHARE Books), su questa piattaforma FedOABooks
  3. prodotti, dati della ricerca e documentazione storica (SHARE Open Archive), sulla piattaforma EleA.

La pubblicazione di riviste, collane e altri prodotti della ricerca avviene su istanza di uno degli atenei convenzionati.

 

Requisiti

Le pubblicazioni hanno caratteri di originalità e una forma atta alla verifica e al riuso in attività di ricerca. Esse osservano i seguenti requisiti minimi, verificati al momento della richiesta di pubblicazione e poi monitorati prima del deposito legale dei singoli contributi.

Per le riviste:

  1. il Direttore responsabile oppure un membro della Redazione deve essere un docente in organico nell’ateneo proponente;
  2. tra i componenti il Consiglio Scientifico e/o la Redazione devono essere presenti anche docenti afferenti ad altri atenei italiani e stranieri, a garanzia del carattere di pubblicazione scientifica di rilievo internazionale;
  3. tutti i testi, prima della pubblicazione, devono essere sottoposti a peer review di almeno due esperti della disciplina, secondo la modalità del "doppio cieco"; l'effettivo utilizzo di tale procedura deve essere certificato con idonea documentazione;
  4. la periodicità della pubblicazione (trimestrale, quadrimestrale, semestrale o annuale) deve essere rispettata;
  5. deve essere implementata l’interfaccia inglese della rivista sulla piattaforma Open Journal Systems, completa di tutti i metadati descrittivi dei singoli numeri e articoli;
  6. tutti gli autori sono tenuti a dichiarare per iscritto di essere a conoscenza che il loro contributo scientifico è diffuso, a titolo gratuito, attraverso le reti telematiche e che esso:
    1. non infrange in alcun modo le norme vigenti in materia di diritto d’autore, né gli obblighi connessi con la salvaguardia di diritti morali o economici di altri autori o di altri aventi diritto, per quanto riguarda sia testi, immagini, foto, tabelle, sia altri contenuti;
    2. non è il risultato di attività rientranti nella normativa sulla proprietà industriale e non è oggetto di eventuali registrazioni di tipo brevettuale;
    3. non è stato prodotto nell’ambito di progetti finanziati da soggetti pubblici o privati che hanno preventivamente posto particolari vincoli alla divulgazione dei risultati per motivi di riservatezza o segretezza.

Per le collane:

  1. almeno un docente in organico nell’ateneo proponente deve far parte del Consiglio scientifico della Collana;
  2. tra i componenti il Consiglio scientifico devono essere presenti anche docenti afferenti ad altri atenei italiani e stranieri, a garanzia del carattere di pubblicazione di rilievo internazionale;
  3. tutti i testi, prima della pubblicazione, devono essere sottoposti a peer review di almeno due esperti della disciplina, secondo la modalità del "doppio cieco"; l'effettivo utilizzo di tale procedura deve essere certificato con idonea documentazione;
  4. indicazione per ogni volume di titolo, abstract e parole chiave anche in lingua inglese;
  5. il Consiglio Scientifico è tenuto a richiedere a tutti gli autori di dichiarare per iscritto che il loro contributo scientifico, diffuso a titolo gratuito attraverso le reti telematiche:
    1. non infrange in alcun modo le norme vigenti in materia di diritto d’autore, né gli obblighi connessi con la salvaguardia di diritti morali o economici di altri autori o di altri aventi diritto, per quanto riguarda sia testi, immagini, foto, tabelle, sia altri contenuti;
    2. non è il risultato di attività rientranti nella normativa sulla proprietà industriale e non è oggetto di eventuali registrazioni di tipo brevettuale;
    3. non è stato prodotto nell’ambito di progetti finanziati da soggetti pubblici o privati che hanno preventivamente posto particolari vincoli alla divulgazione dei risultati per motivi di riservatezza o segretezza.

Per le riviste e le collane si richiede l’impegno a mantenere la pubblicazione sulle piattaforme editoriali per un minimo di tre anni. 

Per la pubblicazione di altri prodotti della ricerca, come dati e documentazione storica, è richiesta un´esaustiva illustrazione del progetto scientifico nel cui ambito essi sono stati prodotti. In particolare, si auspica che:

  1. il Consiglio scientifico abbia composizione internazionale;
  2. l´'erogazione del finanziamento sia avvenuta in seguito a procedura di peer review;
  3. il comitato/consiglio scientifico si impegni a fornire per ciascun prodotto i metadati (titolo, abstract, parole chiave e altri campi del Dublin Core) in italiano e in inglese;
  4. il Consiglio scientifico è tenuto a richiedere a tutti gli autori di dichiarare per iscritto che il loro contributo scientifico, diffuso a titolo gratuito attraverso le reti telematiche:
    1. non infrange in alcun modo le norme vigenti in materia di diritto d’autore, né gli obblighi connessi con la salvaguardia di diritti morali o economici di altri autori o di altri aventi diritto, per quanto riguarda sia testi, immagini, foto, tabelle, sia altri contenuti;
    2. non è il risultato di attività rientranti nella normativa sulla proprietà industriale e non è oggetto di eventuali registrazioni di tipo brevettuale;
    3. non è stato prodotto nell’ambito di progetti finanziati da soggetti pubblici o privati che hanno preventivamente posto particolari vincoli alla divulgazione dei risultati per motivi di riservatezza o segretezza.

Press Contact

Dr. Maria Grazia Ronca, Centro di Ateneo per le Biblioteche, Complesso Sant'Antonio delle Monache, piazza Bellini 59-60, 80138 - Napoli, email: cab@unina.it

Principal Contact

Prof. Roberto Delle Donne
University of Naples Federico II

Support Contact

Dr. Alfredo Cosco

Peer Review Process

Publications are double-blind peer-reviewed by at least two referees with academic expertise in the appropriate areas.

Open Access Policy

This press provides immediate open access to its content on the principle that making research freely available to the public supports a greater global exchange of knowledge.