Delli Aspetti de Paesi. Vecchi e nuovi Media per l’Immagine del Paesaggio: Tomo II. Rappresentazione, memoria, conservazione

##submission.authors##

Francesca Capano
Università degli Studi di Napoli Federico II
Maria Ines Pascariello
Università di Napoli Federico II - CIRICE
https://orcid.org/0000-0003-4554-352X
Massimo Visone
Università degli Studi di Napoli Federico II
https://orcid.org/0000-0001-7591-2336

Scheda

Logo_FedOAPress

Editore: FedOA - Federico II University Press

Collana:  Storia e iconografia dell’architettura, delle città e dei siti europei

Pagine: 970

Lingua: Italiano

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn:nbn:it:unina-23871

Abstract: Partendo dal titolo di uno dei capitoli più significativi del Libro di Pittura di Leonardo, si vuole porre l'attenzione sui media, ossia sulle metodologie e sulle tecniche narrative, descrittive e grafiche adottate, nella storia moderna e contemporanea, quali 'diffusori' dell'immagine del paesaggio, e sui potenziali modelli che ne derivano ai fini della valorizzazione del patrimonio storico paesaggistico.

Profili

Francesca Capano, Università degli Studi di Napoli Federico II

Francesca Capano è ricercatore nel settore ICAR/18, PhD in Storia e critica dell’architettura, collabora dal 2002 presso il Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Iconografia della Città Europea (CIRICE) dell’Università di Napoli Federico II. Ha ricevuto riconoscimenti scientifici nazionali (ASN 2012-2016); attualmente insegna Storia dell’architettura presso il CdS in Architettura 5UE presso l’ateneo federiciano. Ha partecipato a convegni nazionali e internazionali, e pubblicato numerosi saggi e tre monografie, tra cui si segnalano: Caserta. La città dei Borbone oltre la reggia (1750-1860), Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane 2011; Misura e rappresentazione della capitale. Territori e città nelle carte di Giovanni Antonio Rizzi Zannoni e Luigi Marchese, in Il Mezzogiorno e il Decennio: architettura, città, territorio, a cura di A. Buccaro, C. Lenza, P. Mascilli Migliorini, Napoli, Giannini editore 2012; Gli archivi fotografici per la Storia dell’architettura e del paesaggio, in «eikonocity», n. 1, a.1, 2016; Il Sito Reale di Capodimonte. Il primo bosco, parco e palazzo dei Borbone di Napoli, Federico II University Press, 2017.

Maria Ines Pascariello, Università di Napoli Federico II - CIRICE
Maria Ines Pascariello è ricercatore universitario per il settore scientifico-disciplinare ICAR/17 - Disegno presso il Dipartimento di Ingegneria Civile Edile Ambientale dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Dal 2001 svolge attività di insegnamento. I principali campi di ricerca e di interesse riguardano il rilievo e la documentazione del patrimonio, dalla scala urbana a quella territoriale, al fine di promuovere il patrimonio culturale. Gli studi, dopo la laurea fino ad oggi, nell'ambito del settore scientifico-disciplinare, sono rivolti ai principi e alle applicazioni della Prospettiva, con particolare riguardo alle prospettive architettoniche e alle architetture dipinte di Pompei.
Massimo Visone, Università degli Studi di Napoli Federico II

Massimo Visone, architetto e PhD, è assegnista di ricerca (2018) all’Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha insegnato all’Istituto Italiano di Scienze Umane (2008), all’Accademia di Belle Arti di Napoli (2009-2010) e all’Università degli Studi di Napoli Federico II (2010-2016). È stato giudicato meritevole dell’abilitazione scientifica nazionale al ruolo di seconda fascia nel SSD Icar 18 / Storia dell’architettura (2015-2024). Visone ha partecipato a gruppi di ricerca, conferenze e seminari nazionali e internazionali (Bruxelles, Dortmund, Ginevra, Londra, Santiago di Compostela). Visone è nel comitato scientific del Grupo de Investigación Iacobus (Universidad de Santiago de Compostela), nei comitati editoriali di collane e di qualificate riviste di settore (riviste di classe A: Confronti e Quintana), membro del Centro di Ricerca sull’Iconografia della Città europea (Università degli Studi di Napoli Federico II), e segretario di Docomomo Italia. Ha scritto diversi contributi sui giardini all’inglese e sul paesaggio storico. Ha curato mostre e pubblicato saggi sull’iconografia urbana e sulla storia dell’architettura in libri, atti di convegno e qualificate riviste di settore; tra cui: Villa Reale (2003, 2012), Villa d’Elboeuf (2008, 2014), Castel Capuano (2011, 2013), Poggio Reale (2013, 2016), Palazzo Donn’Anna (2017), Palazzo Penne (2018) e il terremoto di Messina del 1783 (2018). Ha pubblicato Napoli «Un gran Teatro della Natura» (Naples 2013), ha aggiornato le note del volume Napoli (2016) di Cesare de Seta, e curato Time Frames: Conservation Policies for Twentieth-Century Architectural Heritage (London-New York 2017).

##catalog.coverImageTitle##
Pubblicato
November 7, 2018

##monograph.miscellaneousDetails##

ISBN-13 (15)
978-88-999000-01-1
Data di pubblicazione (01)
2016
doi
10.6093/978-88-999000-01-1