Libri elettronici: Pratiche della didattica e della ricerca

##submission.authors##

Roberto Delle Donne
Università degli Studi di Napoli Federico II
http://orcid.org/0000-0001-8331-9436

Scheda

Editore: ClioPress. Editoria digitale per la didattica e la ricerca storica.

Pagine: 197.

Lingua: Italiano.

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn:nbn:it:unina-20213

Abstract: Il volume raccoglie gli atti del convegno I libri elettronici. Pratiche della didattica e della ricerca, organizzato il 20 giugno 2003, presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con l'intendimento di chiarire quali vincoli e quali opportunità scaturiscano dallo sviluppo delle reti telematiche e dell’editoria elettronica per il prodotto culturale “libro“ e, soprattutto, per la “monografia di ricerca“, ritenuta, da più di un secolo e mezzo, il veicolo di diffusione dei risultati della ricerca scientifica più compiutamente rispondente alle esigenze metodologiche e argomentative proprie delle scienze umane e sociali. 

Nella prima parte, il volume muove dalla precisa ricostruzione dei condizionamenti del mercato sui circuiti della comunicazione scientifica (G. Vitiello), e dalle loro ripercussioni sullo sviluppo normativo del copyright (A. De Robbio), per dedicare poi spazio all'analisi delle strategie di conservazione delle memorie digitali, un tema troppo spesso sottovalutato dalle istituzioni di ricerca e dai governi nazionali (M. Guercio). Nella seconda parte, è affrontato il problema dell’uso didattico degli e-book (G. Roncaglia), prima di passare ad analizzare e a valorizzare le possibilità che l’informatica e le reti telematiche sembrano aprire al variegato universo delle "pratiche disciplinari", dalle scienze fisiche (R. Figari) e biomediche (M. Della Seta) agli studi storici (R. Delle Donne). Di primo acchito, i contributi riservati alle scienze biomediche, fisiche e storiche sembrano percorrere strade fortemente divergenti e rispondenti alla radicale diversità degli scopi e dei metodi propri delle tre discipline. Eppure, a una lettura più attenta, non sfuggirà che proprio il “mutamento digitale“ dell’ultimo decennio sembra aprire la strada a nuove convergenze, sollecitate dalla consapevolezza che la risposta alle distorsioni del mercato vada cercata nell’uso consapevole delle reti telematiche e delle loro potenzialità, da perseguire anche attraverso l’implementazione di piattaforme per pubblicare, in formato elettronico, ad accesso aperto, monografie e riviste, materiale scientifico, didattico e multimediale.

 

Indice

Roberto Delle Donne, Introduzione. Sui sentieri dell'accesso aperto

 

Parte I. Tutela, conservazione, circuiti economici

Antonella De Robbio, Il diritto d’autore

Maria Guercio, La conservazione digitale nello scenario europeo e internazionale. Principi, metodi, progetti

Giuseppe Vitiello, Editori e biblioteche nell'economia della comunicazione scientifica

Parte II. Esperienze a confronto

Gino Roncaglia, Quali ebook per la didattica?

Maurella Della Seta, La comunicazione nelle scienze biomediche

Rodolfo Figari, Gli open archives per le scienze fisiche

Roberto Delle Donne, Le pratiche della ricerca storica

Downloads

Download data is not yet available.

Profilo dell'Autore

Roberto Delle Donne, Università degli Studi di Napoli Federico II

Professore di Storia medioevale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. È Presidente del Centro di Ateneo per le Biblioteche dell'Università Federico II.  È tra i promotori di Reti Medievali. Si interessa di storia delle istituzioni bassomedioevali, di storia della storiografia, di applicazioni informatiche e dell’uso delle reti telematiche nella ricerca storica.

##catalog.coverImageTitle##
Pubblicato
December 31, 2005

##monograph.miscellaneousDetails##

ISBN-13 (15)
88-88904-01-8
Data di pubblicazione (01)
2005-12-31
doi
10.6093/978-88-88904-07-7