Sottosopra: Indagine su processi di sovversione

##submission.authors##

Chiara Allocca
Università degli studi di Napoli "L'Orientale"
https://orcid.org/0000-0001-7822-7318
Francesca Carbone
Università degli studi di Napoli "L'Orientale"
https://orcid.org/0000-0001-9164-0203
Rosa Coppola
Università degli studi di Napoli "L'Orientale"
https://orcid.org/0000-0002-4240-2038
Beatrice Occhini
Università degli studi di Napoli "L'Orientale"
https://orcid.org/0000-0002-2056-5370

Scheda

UniorPress2.jpg

Editore: UniorPress

Collana: Quaderni della ricerca

ISSN: 2724-5519

Pagine: 374

Lingua: Italiano

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn:nbn:it:unina-26484

Abstract: L’idea di sovversione è un principio di movimento, segnato dall’etimo: volgere dal basso verso l’alto, ovvero cambiare di posto, invertire la rotta. Il rovesciamento dell’ordine precostituito attraversa ciclicamente la storia, manifestandosi in tutti gli ambiti della vita umana attraverso un atto rivoluzionario contingente che innesca a sua volta ulteriori processi di rigenerazione. Obiettivo di questo volume è, pertanto, quello di riconoscere e ricostruire il dialogo tra i segmenti che compongono le sovversioni della nostra storia socio-culturale, identificandone i contorni in una modalità dell’agire che fonda e sabota se stessa nello stesso momento in cui insorge. 

Il discorso critico interdisciplinare qui condotto si sviluppa seguendo la tripartizione proposta da Thomas Ernst nei suoi numerosi studi riguardanti il concetto di sovversione nella cornice artistico-letteraria del Novecento, giovando della sua collaborazione che è confluita nel contributo con cui si apre il volume, intitolato Subversion Studies. The Political – The Media – The Public. Tale tripartizione è stata adottata e riletta dalle curatrici alla luce dei contributi proposti dagli autori, al fine di investigare ambiti differenti in cui il sovversivo manifesta la propria natura. In tal senso è stato posto l’accento prima sul politico, ovvero sulle condizioni di negoziazione tra un soggetto e il mondo esterno, successivamente sui media, nell’accezione di supporti dall’utilizzo potenzialmente rivoluzionario e, infine, sul pubblico, vale a dire sul dialogo tra l’eredità culturale e i suoi interpreti, colti nell’atto di riscrivere e tradire l’autorità della tradizione.

Il presente volume è dunque frutto di un’indagine collettiva e trova la propria collocazione all’interno dei Subversion Studies, branca del sapere di recente sviluppo. Alla base della sua composizione vi è uno sguardo duplice che tiene insieme presente e passato e che ricerca, anzitutto, la dimensione processuale insita in ogni espressione di rinnovamento.

Downloads

Download data is not yet available.

Profili

Chiara Allocca, Università degli studi di Napoli "L'Orientale"

Chiara Allocca ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Studi Letterari, Linguistici e Comparati presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”, dove attualmente è cultore di lingua spagnola. Si occupa di cultura linguistico-letteraria nella Napoli spagnola con particolare attenzione al Cinquecento. Ha pubblicato presso Pironti la prima edizione di La Reina Matilda di G. D. Bevilacqua.

Francesca Carbone, Università degli studi di Napoli "L'Orientale"

Francesca Carbone ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Linguistica presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. I suoi principali interessi di ricerca riguardano la percezione e l’elaborazione cognitiva della prosodia e del lessico delle emozioni. Attualmente collabora con il Laboratoire Parole et Langage (CNRS - Université Aix – Marseille) d’Aix en Provence (Francia).  

Rosa Coppola, Università degli studi di Napoli "L'Orientale"

Rosa Coppola ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” con un lavoro sull’opera in prosa della scrittrice contemporanea Kathrin Röggla. I suoi interessi si concentrano su critica del linguaggio, intermedialità e performatività nella tradizione della Sprachskepsis, nonché sui rapporti tra arte e scienza nel contesto delle avanguardie di lingua tedesca.

Beatrice Occhini, Università degli studi di Napoli "L'Orientale"

Beatrice Occhini ha conseguito il titolo di Dottorato di Ricerca presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” (2020), con una tesi di letteratura tedesca contemporanea dedicata alla cosiddetta Chamisso-Literatur. I suoi ambiti di ricerca includono la letteratura transculturale, il plurilinguismo e l’intraducibilità, i processi di canonizzazione e legittimazione, la narratologia.

##catalog.coverImageTitle##
Pubblicato
December 23, 2020

##monograph.miscellaneousDetails##

ISBN-13 (15)
978-88-6719-213-7
Data di pubblicazione (01)
2020-12-01
doi
10.6093/978-88-6719-213-7