Leonardo e il Rinascimento nei Codici napoletani: Influenze e modelli per l’architettura e l’ingegneria

##submission.authors##

Alfredo Buccaro
Università degli Studi di Napoli Federico II
http://orcid.org/0000-0002-5348-0752
Maria Rascaglia

Scheda

Logo_FedOAPress

Editore: FedOA - Federico II University Press 

Collana: Storia e iconografia dell’architettura, delle città e dei siti europei

Pagine: 703

Lingua: Italiano

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn:nbn:it:unina-25855

Abstract: L’opera, a cura di Alfredo Buccaro e Maria Rascaglia, con la collaborazione di Daniela Bacca, Francesca Capano, Maria Gabriella Mansi, Maria Ines Pascariello, Massimo Visone, è pubblicata in coedizione con CB Edizioni Grandi Opere (ediz. a stampa ISBN 978-88-97644-65-2). Catalogo dell’omonima mostra organizzata dal CIRICE dell’Università di Napoli Federico II con la Biblioteca Nazionale di Napoli (Palazzo Reale di Napoli, Appartamento Borbonico, 12 dicembre 2019-13 marzo 2020) sotto l’egida del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del V Centenario della morte di Leonardo, il volume è dedicato alla memoria dell’illustre studioso vinciano Carlo Pedretti, che ha ampiamente ispirato questi studi.

Autori: Daniela Bacca, Federico Bellini, Ciro Birra, Vincenzo Boni, Alfredo Buccaro, Francesca Capano, Salvatore Di Liello, Leonardo Di Mauro, Adriano Ghisetti Giavarina, Serenella Greco, Claudia Grieco, Orietta Lanzarini, Angelica Lugli, Emma Maglio, Luigi Maglio, Maria Gabriella Mansi, Pieter Martens, Paolo Mascilli Migliorini, Margherita Melani, Maria Ines Pascariello, Maria Rascaglia, Saverio Ricci, Renata Samperi, Anna Sconza, Daniela Stroffolino, Sara Taglialagamba, Carlo Vecce, Alessandro Vezzosi, Massimo Visone, Paola Zampa.

La mostra ha voluto porre per la prima volta all’attenzione del grande pubblico le tracce della diffusione, diretta o indiretta, della lezione vinciana e rinascimentale post-vinciana nel contesto dell’architettura e dell’inge­gneria del Mezzogiorno moderno, analizzate attraverso testimonianze manoscritte e a stampa sinora mai presentate al pubblico e, in molti casi, del tutto inedite.

Introdotti da saggi generali a firma di autorevoli studiosi di Leonardo e del Rinascimento, i contributi specifici della prima parte del volume riguardano, tra le altre testimonianze: gli incunaboli della Biblioteca Nazionale relativi ai trattati un tempo presenti nella biblioteca di Leonardo e che ispirarono i suoi studi; il Codice Corazza, apografo vinciano seicentesco pubblicato per la prima volta da Buccaro sotto la guida di Pedretti, unitamente ai documenti del fondo Corazza della stessa Biblioteca; il Codice Fridericiano, apografo del XVI secolo dal Trattato della Pittura di Leonardo, acquisito nel 2016 su proposta di Buccaro e Vecce dal Centro per le Biblioteche dell’Ateneo di Napoli Federico II; il Foglietto del Belvedere dell’Archivio Pedretti, il cui studio è stato affrontato in dettaglio da Buccaro; i Vari disegni di Giovanni An­tonio Nigrone (BNN, Ms. XII.G.60-61, ca. 1598-1603), recanti un progetto di trattato di ingegneria meccanica e idraulica di ispirazione vinciana rimasto manoscritto.

Nella seconda parte del volume vengono analizzati per la prima volta i grafici di architettura e urbanistica contenuti nei due album cinquecenteschi che compongono l’inedito Codice Tarsia (BNN, Mss. XII.D.1, XII.D.74), vero e proprio ‘Libro di disegni’ risalente al XVI secolo (ca. 1540-98) conservato nella Biblioteca Nazionale di Napoli e un tempo appartenente alla raccolta del principe Spinelli di Tarsia. Questo ricco repertorio documentario diede vita, sul volgere del XVI secolo, al progetto editoriale di Nicola Antonio Stigliola, filosofo e ingegnere nolano: la raccolta contiene splendidi rilievi di antichità e progetti di edifici in gran parte di ambito vignolesco redatti per la committenza farnesiana, oltre a disegni di città fortificate italiane ed europee di estremo interesse e bellezza, in cui è evidente l’influenza degli studi di Leonardo in materia di inge­gneria militare. Il Codice, oggetto di un attento studio e della catalogazio­ne digitale per Manus Online da parte degli studiosi del Centro CIRICE dell’Ateneo Fridericiano e della Biblioteca Nazionale, rappresenta una preziosa testimonianza della diffusione del Rinascimento di matrice toscana e romana in ambito meridionale.

Downloads

Download data is not yet available.

Profili

Alfredo Buccaro, Università degli Studi di Napoli Federico II

Alfredo Buccaro è professore ordinario di Storia dell’Architettura presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli Federico II e Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca sull’Iconografia della Città Europea (CIRICE).

È Direttore della Rivista di Ateneo Eikonocity. Storia e iconografia delle Città e dei Siti Europei - History and Iconography of EuropeanCities and Sites, pubblicata in open access (Open Journal System) sulla piattaforma SeReNa di FeDOA Press (Federico II Open Access University Press), della Collana di Ateneo UrbsHistoriaeImago. Storia e Immagine dei Territori, dei Centri Urbani e delle Architetture - History and Image of Territories, Towns and Architectures di FeDOA Press (Federico II Open Access University Press), della Collana Storia e Iconografia dell’Architettura, delle Città e dei Siti Europei, edita del CIRICE.

PhD in Storia dell’Architettura e specialista in Restauro dei Monumenti, i suoi principali studi riguardano la storia dell’architettura e dell’ingegneria italiana ed europea in età moderna, nonché la storia della città e dell’iconografia urbana. In particolare ha approfondito, tra gli altri temi, l’analisi delle fonti apografe leonardesche e della loro influenza sull’architettura e sull’ingegneria in età moderna, la politica delle opere pubbliche a Napoli e nel Mezzogiorno in epoca napoleonica e borbonica, la diffusione del linguaggio vanvitelliano in ambito russo nel XVIII secolo, l’evoluzione della struttura urbana napoletana attraverso l’applicazione di metodologie digitali alle fonti documentarie, iconografiche e cartografiche.

 

Ha pubblicato, tra gli altri saggi e articoli: Istituzioni e trasformazioni urbane nella Napoli dell’Ottocento (Ediz. Scientifiche Italiane, 1985), Opere pubbliche e tipologie urbane nel Mezzogiorno preunitario (Electa Napoli, 1992), Architettura e urbanistica, in Storia e Civiltà della Campania. L’Ottocento (Electa Napoli, 1998), Napoli millenovecento. Dai catasti del XIX secolo ad oggi (con G.C. Alisio, Electa Napoli, 2000), Antonio Rinaldi architetto vanvitelliano a San Pietroburgo (con G. Kjučarianc e P. Miltenov, Mondadori Electa, 2003), Architettura e urbanistica dell’età borbonica. Le opere dello Stato, i luoghi dell’industria (con G. Matacena, Electa Napoli, 2004), Leonardo da Vinci. Il Codice Corazza nella Biblioteca Nazionale di Napoli (CB Edizioni-Ediz. Scientifiche Italiane, 2011), L'immagine storica del paesaggio della città mediterranea e il ruolo dell'iconografia urbana, in «Città & Storia», a. X, n. 1; San Giovanni Maggiore. Architettura e arte alle porte della Napoli antica (con R. Ruggiero, Federico II University-FeDOA Press, 2016); La chiesa dei Santi Cosma e Damiano in Napoli: ricerche e studi per il restauro (con R. Amore, C. Aveta, artstudiopaparo, 2016); The Codex Corazza and Zaccolini's Treatises in the Project of Cassiano dal Pozzo for the Spreading of Leonardo's Works, in C. Moffatt, S. Taglialagamba (eds.), Illuminating Leonardo. A Festschrift for Carlo Pedretti Celebrating His 70 Years of Scholarship, Koninkliike Brill, 2016; All’ingresso dei Campi Flegrei: fonti per un recupero del paesaggio storico di Nisida e dell’architettura del castello Piccolomini, in «Città & Storia», a. XI (2017), n. 2; Leonardo e «mag.° Antonio florentino». Cenni su codici vinciani perduti nel Foglietto del Belvedere dell’Archivio Pedretti, in «ArcHistoR», a. V (2018), n. 10.

Ha curato, tra gli altri numerosi volumi, Le città nella storia d’Italia. Potenza (Laterza, 1997), Scienziati-Artisti. Formazione e ruolo degli ingegneri nelle fonti dell’Archivio di Stato e della Facoltà di Ingegneria di Napoli (con F. De Mattia, Electa Napoli, 2003), Luigi Cosenza oggi. 1905-2005 (con G. Mainini, Clean Edizioni, 2006), Iconografia delle città in Campania. Napoli e i centri della provincia (con C. de Seta, Electa Napoli, 2006), Iconografia delle città in Campania. I centri delle province di Avellino, Benevento, Caserta, Salerno (con C. de Seta, Electa Napoli, 2008), I centri storici della provincia di Napoli. Struttura, forma, identità urbana (con C. de Seta, Ediz. Scientifiche Italiane, 2009), Il Mezzogiorno e il Decennio. Architettura, città, territorio (con C. Lenza, P. Mascilli Migliorini, Giannini Editore, 2012); Città mediterranee in trasformazione. Identità e immagine del paesaggio urbano tra Sette e Novecento (con C. de Seta, Ediz. Scientifiche Italiane, 2014); Delli Aspetti de Paesi. Vecchi e nuovi Media per l'Immagine del Paesaggio / Old and New Media for the Image of the Landscape. Tomo primo: Costruzione, descrizione, identità storica /Construction, Description, Historical Identity (con A. Berrino, CIRICE-FedOA University Press, 2016); Leonardo e il Rinascimento nei Codici napoletani. Influenze e modelli per l’architettura e l’ingegneria (con M. Rascaglia, CB Edizioni/ CIRICE-FedOA University Press, 2020).

Maria Rascaglia

MARIA RASCAGLIA, laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Napoli, è stata borsista presso l’Istituto Italiano per gli Studi Storici e la Fondazione Einaudi di Torino. Dal 1980 al 2018 è stata funzionario bibliotecario presso la Sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Napoli; dal 2007 responsabile dei tirocini formativi, dal 2014 referente per le attività culturali e dal 2016 anche responsabile della Sezione manoscritti e vicedirettore della stessa Biblioteca.

Si è dedicata allo studio e alla valorizzazione di autografi e fonti manoscritte concernenti la vita culturale meridionale nei secoli XVIII-XX, con particolare riguardo alla tradizione filosofica e scientifica. Tra gli altri studi, per la Storia della Letteratura italiana (Roma, Salerno editrice) ha redatto la parte I, Le biblioteche italiane, nel volume XIII La ricerca bibliografica. Le istituzioni culturali (2005).

##catalog.coverImageTitle##
Pubblicato
May 6, 2020

##monograph.miscellaneousDetails##

ISBN-13 (15)
978-88-99930-05-9
Data di pubblicazione (01)
2020-05-14
doi
10.6093/978-88-99930-05-9
Dimensioni fisiche