Abitare e interpretare l’esistente : Case Nuove, Rosarno

Autori

Giovanni Multari
Università degli Studi di Napoli Federico II
Isotta Cortesi
Università degli Studi di Napoli Federico II

Keywords:

Architettura, Paesaggio, abitare, interpretare, esistente

Sinossi

Logo_FedOAPress

Editore: FedOA - Federico II University Press 

Collana: Tea / Teaching Architecture

Pagine: 153

Lingua: italiano

NBN: http://nbn.depositolegale.it/resolver.pl?nbn=urn:nbn:it:unina-28104

Abstract: La pubblicazione raccoglie gli esiti dell’esperienza didattica svolta durante il primo semestre dell’a.a. 2020/21 all’interno dei quattro Laboratori in Progettazione Architettonica e Architettura del paesaggio 3 del Corso di Laurea in Architettura 5UE, del Dipartimento di Architettura della Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Il tema comune è “ABITARE E INTERPRETARE L’ESISTENTE”, e il caso studio quello del quartiere Case Nuove nel comune di Rosarno, provincia di Reggio Calabria.L’Abitare interpreta, a partire dalle indagini sulla città e sul paesaggio, i valori delle relazioni tra i diversi processi di trasformazione, al fine di rafforzare l’accostamento tra l’Architettura e il Paesaggio e, in tal senso ogni laboratorio ha individuato strategie pertinenti volte a rigenerare lo spazio consolidato che viviamo. La definizione di un Abitare Comune e Collettivo diventa strumento di indagine che si muove tra l’abitare pubblico el’abitare privato in modo sperimentale, con l’obiettivo di indagare una dimensione del progetto aperta al cambiamento e all'interazione tra i saperi, capace di definire quelle nuove risposte oggi necessarie e adeguate alle criticità dell’abitare il tempo presente.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

Biografie autore

Giovanni Multari, Università degli Studi di Napoli Federico II

Architetto, insegna progettazione architettonica presso il Dipartimento di Architettura della Università degli Studi di Napoli Federico II. Nel 1995 fonda a Napoli con Vincenzo Corvino, lo studio corvino+multari. Medaglia d’oro all’architettura italiana (2006) per il restauro del Grattacielo Pirelli, è docente presso il laboratorio Nervi del Polimi. Ha coordinato l’accordo internazionale con la ENSA Nantes (2017-2020), sulle realtà territoriali non standard. Ha tenuto conferenze in Italia e all’estero; progetti e realizzazioni sono stati esposti in mostre e pubblicati su riviste nazionali e internazionali.

Isotta Cortesi, Università degli Studi di Napoli Federico II

Architetto e paesaggista, insegna Architettura del Paesaggio presso l’Università Federico II di Napoli. È stata ricercatrice di Composizione Architettonica e Urbana presso l‘Ateneo di Catania, ha insegnato presso la Facoltà di Architettura di Genova, Firenze, Torino, Politecnico di Milano, University of Virginia. Il progetto dello spazio pubblico è il principale tema della sua ricerca applicata anche alla didattica. È autrice di testi monografici inerenti lo spazio pubblico Il Parco pubblico / Paesaggi 1995-2000 e il Progetto del vuoto / Public Space in Motion 2000-2004.

abitare e interpretare

##submission.downloads##

Pubblicato

March 3, 2022

Licenza

Creative Commons License

Questo lavoro è fornito con la licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

Dettagli su questo libro

ISBN-13 (15)

978-88-6887-135-2

Data di pubblicazione (01)

2022-03-03

doi

10.6093/978-88-6887-135-2