Michele Kerbaker, Napoli e l’India: Studi in memoria di Michele Kerbaker a cento anni dalla scomparsa

##submission.authors##

Francesco Sferra
Università degli studi di Napoli "L'Orientale"
https://orcid.org/0000-0002-7835-2829
Giuliano Boccali
Università degli Studi di Milano

Scheda

UniorPress2.jpg

Editore: UniorPress

Collana: Matteo Ripa

Pagine: 162

Lingua: Italiano

NBN:

Abstract: Il volume raccoglie i contributi della Giornata di Studi tenutasi il 21 novembre 2014 presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” e dedicata a Michele Kerbaker (1835-1914) a cento anni dalla scomparsa. La figura del grande Studioso viene qui indagata attraverso la molteplicità degli interessi e delle attività che caratterizzarono la sua lunga e complessa attività scientifica. Agli scritti introduttivi, incentrati da un lato sulla dedizione dell’indianista alla ricerca scientifica e il valore esemplare che in questo senso la sua opera ancora testimonia per le giovani generazioni (Sferra), e dall’altro a tracciare un quadro della prospettiva «umanistica» con cui Kerbaker si rivolse agli studi indologici (Boccali), segue il profilo biografico delineato dal pronipote Andrea Kerbaker, non privo di accenni alle memorie familiari. Il contesto storico-culturale e le numerose relazioni intrecciate dallo Studioso con personalità di spicco della cultura coeva sono lumeggiati dal saggio di Crisanti che ricostruisce altresì il rapporto di Kerbaker con i molti allievi. Alla sua opera come traduttore del Ṛgveda e del Mahābhārata, e al peculiare approccio con cui si volse a queste opere di importanza fondamentale, sono dedicati rispettivamente i saggi di Sani e Piano. Sui motivi della scelta dello Studioso di adottare l’ottava rima per la resa poetica di passi dell’epica indiana e sulle caratteristiche intrinseche alla metrica sanscrita si sofferma Pelissero; il saggio di Piro esamina dal punto di vista dello storico della lingua italiana le scelte linguistiche e lessicali compiute da Kerbaker nelle proprie traduzioni, mostrando il costante dialogo con i testi della letteratura italiana. Chiude il volume la riproposizione, a cura di Dovetto, di alcune pagine pubblicate dallo Studioso in appendice alla sua prolusione universitaria del 1875.

Downloads

Download data is not yet available.

Profili

Francesco Sferra, Università degli studi di Napoli "L'Orientale"

A student of R. Gnoli, C. Pensa and R. Torella, Francesco Sferra (b. 1965) is Full Professor of Sanskrit language and literature at the University of Naples “L’Orientale”. Member of several scientific societies, including the Bhandarkar Oriental Research Institute (Pune, since 1995), the Société Asiatique (Paris, since 1996) and the Pali Text Society (Oxford, since 2003), Sferra is part of the Academic Board of the Rivista di Studi Sudasiatici (Rome), the Journal of Tantric Studies (Hamburg) and the Journal of the Japanese Association for Indian and Buddhist Studies (Tokyo). Teacher of Sanskrit in Naples since 1998-99, in 2007 and in 2011-2012 he was a visiting professor (Numata-Professor für Buddhismuskunde) at the Asien-Afrika-Institut (Hamburg Universität). Since 2006 he has directed an international research project for the critical edition and study of unpublished Buddhist works in Sanskrit. Among his major publications are the edition of the Sanskrit text and English translation of the Ṣaḍaṅgayoga by Anupamarakṣita with the commentary by Raviśrījñāna (Rome 2000) and the critical edition of the Sanskrit text of the Paramārthasaṃgraha by Nāropā (Rome 2006). Together with H. Isaacson he has published the Sekaniderśapañjikā of Rāmapāla (Naples 2014). Translator from Sanskrit and Pāli for the series “Meridiani” of the publishing house A. Mondadori Editore (Milan 2001, 2004), he was responsible for the same series of one volume on ancient Hinduism (2010). He is the author of essays on linguistic speculations of some Hindu religious-philosophical schools. His research focuses also on Indian tantric traditions.

Giuliano Boccali, Università degli Studi di Milano

Giuliano Boccali (Milano 1946) è stato per oltre quarant’anni professore di Indologia e  Lingua e letteratura sanscrita prima a Venezia Ca’ Foscari, poi all’Università degli Studi di Milano. E’ autore della biografia di Michele Kerbaker in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 62, Treccani 2004. Fra le sue pubblicazioni recenti: Il silenzio in India. Un’antologia (Mimesis, Milano-Udine 2017); l’edizione it. di Kālidāsa, La storia di Śiva e Parvatī (Kumārasambhava)(Marsilio, Venezia 2018); Passioni d’Oriente. Eros ed emozioni in India e Tibet, a cura di G. Boccali e R. Torella (Corriere della sera, Milano 2018); “Introduzione” e Dualità e unificazione nello Yoga di Patañjali, in Yoga e Advaita, a cura di F. Freschi e F. Fabbro, pp. 9-14 e 15-31 (Carocci, Roma 2019).Giuliano Boccali è presidente onorario dell’Associazione Italiana di Studi Sanscriti (A.I.S.S.).

##catalog.coverImageTitle##
Pubblicato
December 13, 2016

##monograph.miscellaneousDetails##

ISBN-13 (15)
978-88-6719-123-9
Data di pubblicazione (01)
2016-12-01
doi
10.6093/978-88-6719-123-9